Lerici Cinque Terre

Noi iniziamo la visita di Lerici Cinque Terre dal lungomare Vassallo, con una bella passeggiata tra giardini per bambini, negozietti, trattorie, raggiungiamo piazza Garibaldi che si affaccia sul porticciolo. Voltando a sinistra arriviamo a Largo Marconi dove fa bella mostra di sè la facciata barocca dell’oratorio di San Rocco, fiancheggiato dall’alto campanile che nel Cinquecento fu ampliato con la torre campanaria.

Prendendo via Cavour arriviamo alla chiesa di San Francesco, di origine medioevale fu però ricostruita nel Seicento. Ritornando verso Piazza Garibaldi raggiungiamo la via Doria intitolata ad Andrea Doria che sembra aver alloggiato al civico 8 della via.

Sempre da piazza Garibaldi si prende la scalinata di via Zanelli, questo per noi è stato il punto più autentico di Lerici, si attraversa l’antico mercantile fra caratteristiche casette a schiera e orti su muri a secco fino ad arrivare al castello medioevale da dove godere di una splendida vista su Lerici e sul Golfo della Spezia.

Lerici Cinque Terre – Visita al Parco Naturale Regionale Montemarcello -Magra

Il parco naturale nacque nel  1995, quando venne unita l’area protetta di Montemarcello con il Parco Fluviale del Magra. Si tratta di 2726 ettari di parco naturale regionale. Il parco include il promontorio del Caprione sul Golfo della Spezia ed il basso territorio dei fiumi Magra e Vara.

Abbiamo visitato il borgo di Montemarcello che ricorda un castrum romano per le sue vie strette che si intersecano ad angolo retto.

All’interno del parco vi è una graziosa area più alta e ricca di vegetazione mediterranea da dove godere di panorama mozzafiato, la parte bassa degrada fino a mare formando alcune piccole spiaggette. Il parco offre molti sentier ben segnalati agli amanti delle passeggiate e dell’escursionismo.

ph. vuemme